La caldaia non scalda i termosifoni cosa fare? consigliato dai clienti

I termosifoni sono uno strumento indispensabile duranti i mesi invernali o nelle giornate particolarmente fredde. Può succedere a volte che questi non funzionino correttamente e che rimangano freddi. Cosa fare dunque se la caldaia non scalda i termosifoni?

Cosa fare se i termosifoni non scaldano, termosifoni continuano ad essere freddi, controllare la pressione dell’acqua all’interno della caldaia, bilanciamento, 2 bar

Cosa fare se i termosifoni non scaldano?

Prima di tutto bisogna dare tempo all’acqua calda di entrare in circolo e dunque aspettare circa una mezz’ora. Bisogna accertarsi di aver inserito la giusta temperatura per il riscaldamento che deve essere posizionata sui 70°.

Se non dovessero ancora funzionare controlla la pressione dell’acqua della vostra caldaia. Se risulta inferiore ai 2 bar devi azionare il rubinetto di pressione dell’acqua.

Apri il rubinetto leggermente fino a visualizzare non più di 2 bar e chiudi bene la leva non appena raggiunta questa pressione. Se la pressione dovesse diventare eccessiva cercate il rubinetto di colore rosso che serve a scaricare la pressione dell’acqua.

In questo modo vedremo l’ago scendere piano piano fino al raggiungimento della pressione desiderata.

Cosa fare se i termosifoni non scaldano, termosifoni continuano ad essere freddi, controllare la pressione dell’acqua all’interno della caldaia, bilanciamento, 2 bar

I termosifoni non vogliono collaborare?

Se i termosifoni continuano ad essere freddi procurati dei contenitori e posizionandoli sotto gli sfiatatoi dei termosifoni e aprili. In questo modo farai uscire sia l’aria accumulatasi all’interno che l’acqua permettendo l’arrivo dell’acqua calda.

Durante questo procedimento bisogna controllare che la pressione dell’acqua all’interno della caldaia rimanga costante a 2 bar.

Se dopo tutta questa procedura i termosifoni continuano a non scaldarsi bisogna chiamare un tecnico specializzato e lui saprà come intervenire. Occorre controllare anche se il flusso dell’acqua sia bilanciato in tutti gli apparecchi poiché abbiamo diversi tubi di diverso diametro che portano acqua calda.

Il bilanciamento si effettua di solito attraverso i detentori, ossia dei rubinetti posti nella parte bassa dei termosifoni e coperti con un tappo che si avvita. Ma quest’operazione che risulta complessa deve essere effettuata da tecnici specializzati con attrezzature adeguate.

I termosifoni dunque sono strumenti che possono dare problemi causati da varie circostanze ma proprio per questo il fai da te non è sempre la mossa giusta.

vota